image/svg+xml
acquista biglietti

Non odiare

registaMauro Mancini
castAlessandro Gassman, Sara Serraiocco, Luca Zunic, Lorenzo Buonora, Cosimo Fusco, Lorenzo Acquaviva
paeseItalia
anno2020
durata90 min

Orari

I FILM DELLA SETTIMANA DELLA CRITICA A BELLUNO LUNEDI’ 21 SETTEMBRE 2020 ore 20:30 – INGRESSO GRATUITO

IL REGISTA MAURO MANCINI  SARA’ PRESENTE IN SALA

 

La storia di Non odiare accade a Trieste. Qui, nel cuore della città, ai limiti dell’antico Borgo Teresiano, vive Simone Segre (Alessandro Gassmann), un affermato chirurgo di origine ebraica: ha una vita tranquilla, apparentemente risolta, una compagna che lavora in Francia come reporter, un appartamento elegante e nessun legame con il passato. Tornando dallʼallenamento settimanale di canottaggio, Simone si trova a soccorrere un uomo vittima di un incidente stradale: ma quando scoprirà sul petto di questo un tatuaggio nazista, lo abbandonerà al suo destino e nel momento in cui arrivano i soccorsi è ormai troppo tardi. I giorni seguenti, però, saranno sotto il segno del senso di colpa per la morte dell’uomo: situazione che lo spingerà a rintracciare la famiglia del neonazista che vive in un complesso residenziale popolare, il cosiddetto “quadrilatero di Melara”…

Mauro Mancini (1978) esordisce nel 2005 con il cortometraggio Il nostro segreto, con cui vince numerosi premi. Seguono altri corti, di cui quattordici per la fondazione Telethon e quattro per Rai Cinema, mini serie e video musicali (tra cui due per Simone Cristicchi). Nel 2009 scrive e dirige due segmenti del film collettivo Feisbum!. Nel 2017 scrive e dirige la mini serie tv 4NNA quella che (non) sei e la mini serie tv Teddy. Più volte in short list a Cannes Lions, tra gli spot più importanti che ha girato troviamo My Voice (vincitore di un “Oro” e un “Argento” ai Clio Awards), Feel The View (vincitore di diversi premi tra cui un “Argento” ai Clio Awards, il Webby Award e un “Oro” agli ADCI) e Safe, lo spot per il campionato mondiale di baseball girato nel 2009.

Iniziativa realizzata dalla FICE Tre Venezie
con il contributo della Regione del Veneto,
della Provincia autonoma di Trento,
della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige,
della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia