image/svg+xml

Le sorelle macaluso

registaEmma Dante
castViola Pusatieri, Eleonora De Luca, Simona Malato, Susanna Piraino, Serena Barone, Maria Rosaria Alati, Anita Pomario, Donatella Finocchiaro, Ileana Rigano, Alissa Maria Orlando, Laura Giordani, Rosalba Bologna
paeseItalia
anno2020
durata94 min

Orari

Maria, Pinuccia, Lia, Katia, Antonella. L’infanzia, l’età adulta e la vecchiaia di cinque sorelle nate e cresciute in un appartamento all’ultimo piano di una palazzina nella periferia di Palermo. Una casa che porta i segni del tempo che passa come chi ci è cresciuto e chi ancora ci abita. La storia di cinque donne, di una famiglia, di chi va via, di chi resta e di chi resiste.

CON GRANDI ATTRICI E POCHI MEZZI, EMMA DANTE INCARNA IN UNA FAMIGLIA IL FOLGORANTE SENTIMENTO DELLA VITA.

Adattamento cinematografico dell’omonima pièce teatrale (che ha ricevuto il Premio Ubu per il Miglior Spettacolo e la Miglior Regia), “Le sorelle Macaluso” è stato presentato in concorso alla 77ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Emma Dante è un’autrice e una regista immaginifica, che ama gli spazi, ama riempirli, donare loro senso e ombre; il suo cinema, come anche il suo teatro, è fatto di donne e legami familiari, di linguaggi sempre diversi, di smarginature dialettali. Il cinema di Emma Dante si fa corpo e carne e affonda lo sguardo nella famiglia, partendo dai suoi intrecci, spesso brutali, violenti, ma anche dolci e malinconici.

COMMENTO DELLA REGISTA

Il film è diviso in tre capitoli, ognuno dei quali corrisponde a un’età delle cinque sorelle protagoniste: l’infanzia, l’età adulta, la vecchiaia. Le sorelle sono interpretate da dodici attrici, come se a ognuna che resiste fino alla vecchiaia dovessero corrispondere una discontinuità e una mutazione nel corpo e nel volto. Ed è l’amore delle sorelle tra loro e per la casa in cui vivono che tiene in vita la loro intera esistenza, come fosse un unico organismo vivente a prescindere dalla morte fisica di alcune di loro. Le sorelle Macaluso è un film sul tempo. Sulla memoria. Sulle cose che durano. Sulle persone che restano anche dopo la morte. È un film sulla vecchiaia come traguardo incredibile della vita.